.
Annunci online

"L'arte è un investimento, la cultura un alibi." Ennio Flaiano.
(SPERO ALMENO D'ESSERE UN 3)
post pubblicato in io e me, il 15 gennaio 2012

 

 

 

 

Rallento i gesti e il battito sembra accorgersene. Non solo quello cardiaco. Anche il battito delle cose. Le lancette dell'orologio sorridono. Quanti minuti segna un sorriso?
E’ un sorriso della domenica. Non c’è da fidarsi.
Domani avranno di nuovo l’espressione spigolosa e triste.
Come meravigliarsene. E’ lo sguardo di chi è condannato ad un moto sempre uguale. Conosco la sensazione e non le biasimo. Io stessa controllo spesso la mia faccia per esser certa che non subisca uno sdoppiamento allungato. In quel caso velerei gli specchi,come la contessa Castiglione, perché una faccia da lancette proprio non la si può sopportare. 
Una vita, sì.
Una vita da schiavi della supponenza aritmetica. Uno, due, tre…dieci…dodici. E poi di nuovo. Inutile tentare una di quelle belle numerazioni decrescenti di scolastica memoria. I numeri oltre ad essere arroganti sono noiosi.
Lo so cosa state pensando. Anche io sono un numero, certo (spero almeno d’essere un tre). E sono numeri tutte le cose che faccio e tocco, anche se mi sforzo di non pensarci. E siete numeri anche voi che leggete, non illudetevi. E anche voi, numeri ben più numerosi, che non lo fate. 
Tutti numeri. Ben camuffati però. Al caldo di calde case, accolti da accoglienti divani, intrattenuti da scatole intrattenitrici e così via. Mentre parliamo,dormiamo,mangiamo ..ci muoviamo dentro una tavola pitagorica o sul filo d’un abaco, tra le sfere di un pallottoliere o nei circuiti di un calcolatore elettronico. Numeri artigianali. Numeri astronomici. Numeri.
E tutto alla fine è statistica. Bisogna avvertire Lavoisier. La statistica è statica e non si trasforma.
Però ci trasforma.
E se domani io sarò una donna migliore è per questi numeri che sono e che qualcuno tradurrà. 
La sensazione che ho dentro (quella che tutto sia già stato deciso molto lontano da qui, da grandi numeri burattinai) è dunque errata. I numeri non ci stanno globalizzando, destrutturando, condizionando,imprigionando, stritolando...
I numeri ci stanno salvando.
Ora sì, che sono sollevata. Da un otto, naturalmente. Da quale altro numero, se no ? Ne conoscete uno più morbido e sinuoso?
E se sarà anche volante, questo, come disse quel tale che ha fatto numeri cantando, lo sapremo solo vivendo.













permalink | inviato da non avrai il mio scalpo il 15/1/2012 alle 22:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
Sfoglia dicembre        febbraio
calendario
rubriche
tag cloud
links
cerca