Blog: http://BIBLIOCECA.ilcannocchiale.it

I SUOI PENSIERI COME DONNE CHINE

Quanto sia vero un sogno, chi può dirlo?
Voglio pensare, ma giusto per stare in ascolto d’idee daltoniche, che sia della stessa natura d’uno sguardo sul vetro. Umile d’attimi e orgoglioso d’eternità.





Che si possa toccare per immersione di mani. Come un impasto della domenica che attende il forno. Che si possa intuire. Come un preludio d’aroma sparso per il corridoio e travasato dentro stanze semiaperte al bagliore della luce, dove nessuno s’affretta





Che guardi il mondo da pavimenti di soffitto, a gambe all’aria.
Voglio pensare che sia, punto(scritto per esteso, perché non sempre la punteggiatura punteggia)
Ecco: che sia punteggiatura che parli. Linguaggi come intervalli, senza sconquassi di parole.




Che sia slargo dentro sere educate dal languore, quando l’incavo d’una clavicola conta più di Wall Street.






Che abbia tempo solo per il gocciolare d’una grondaia.





Che non abbia paura di finire, concentrato com’è a leggere i suoi pensieri.
Pensieri attenti,come donne chine .




C.Baker - Almost blue

Pubblicato il 3/4/2009 alle 15.28 nella rubrica amore ed eros.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web