Blog: http://BIBLIOCECA.ilcannocchiale.it

IDENTIKIT DI UN'OMBRA









Un modo d’essere. Allegro andante con inquietudine.
Un modo d’incedere . Con passi da città straniera.
Un modo di gesticolare come suonasse uno strumento.
Un modo di ravviarsi i cappelli. Con sensualità pensosa.
Un modo di guardare come se gli occhi fossero labbra.
Un modo di guardare con le labbra.
Un modo di rapire le cose con apparente distrazione.
Un modo di stare in silenzio come se guardasse un film.
Un modo di restare quando se n’è appena andato.
Un modo di farti sentire il silenzio parlandoti.
Un modo di parlarti mentre dice sciocchezze.
Un modo di scrutarti con una smorfia bizzarra.
Un modo d’ascoltarti come se viaggiasse.
Un modo di divagare un attimo prima di divorarti.
Un modo di divorarti come se fosse l’ultimo desiderio.
Un modo di parlare del mondo come deglutisse acqua.
Un modo di bere come leggesse Husserl.
Un modo di guardare il mattino come un quadro da dipingere.
Un modo di farti sentire unica con impercettibili movimenti dei muscoli facciali.
Un modo di sorridere come se cantasse.
Un modo di guardarsi allo specchio come fosse un altare.
Un modo di non guardarsi allo specchio.
Un modo di gestire il quotidiano col senso della straordinarietà.
Un modo d’esser felice come un furto.
Un modo d’esser malinconico come un respiro.
Un modo di pensare alla morte come un ricordo.
Un modo d’esser vivo. Con incandescenza altalenante.
Un modo di raccontarsi come un segreto.
Un modo di farsi leggere come una rivelazione.
Un modo di non farsi leggere.
Un modo di capirti come un denudare d’inverno.
Un modo d’amarti come una necessità.


W.Marsalis-D.Reeves- Feeling of jazz

Pubblicato il 21/3/2010 alle 19.11 nella rubrica amore ed eros.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web