Blog: http://BIBLIOCECA.ilcannocchiale.it

OLYMPIA

 

 

 



Come vorrei che fra capelli e fiore
Il tuo segreto mi adornasse il pensiero
Ma ciò che nelle scarpe ti cinguetta
altrove tace senza misura
su sgualciture faticose.
E tu dentro un’alcova rossa
con sguardo fiero e muto
di nessuna cosa ti occupi
né del pudore che la tua mano deride
né del peccato di puritani sguardi
né del Tempo che li divora entrambi.
Né della vita, che vi danza attorno.
Tolto il grumo segreto che t’addensa il cuore
giaci come già morta
nuda sfrontata e sola.



Pubblicato il 29/6/2011 alle 0.57 nella rubrica poesia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web