Blog: http://BIBLIOCECA.ilcannocchiale.it

BENEDETTO, ALL'IMPROVVISO.







Non ricordavo mai il tuo ordinale.
(quattordicesimo o sedicesimo?) 
E mai avrei pensato d'impararlo così 
all'improvviso 
mentre scoprivo di che sostanza sono fatti
gli uomini. Tutti.
(d’una sostanza leggera, accidentata, deperibile).
Ed io che vorrei dimettermi 
ad ogni battito d'occhi che lo sguardo apparecchia
ho trovato  alfine il tuo numero esatto d’imperfetta natura
nell'imprecisa ragione del mio.
E non m’importa di conoscere il vento
che t' ha armato la mano d’una bandiera bianca.

Sarai il mio pontefice 
di botto
Dal ventotto, zero due, dopo le otto.













Pubblicato il 14/2/2013 alle 0.58 nella rubrica poesia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web