Blog: http://BIBLIOCECA.ilcannocchiale.it

NERO







Labbra d'ombra
dentro respiri minimi di strada.
Filtra
il setaccio fine del nero.
Le conside
razioni del buio
disancorano.
A schema libero i resoconti diurni:
nessuna cosa converge.
Qualche memoria abbaia.
Echi obliqui disperdono.
È una notte da cani randagi.




















Pubblicato il 14/4/2014 alle 2.3 nella rubrica poesia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web